Riparare un caricabatteria per cellulare

Riparare un caricabatteria per cellulare

Immaginate questo quadro domenicale: mia  figlia che arriva piano piano verso di me, singhiozzante, con gli occhi da cerbiatto… io sul divano tranquillo con un occhio chiuso e l’altro quasi, Papi!! sigh… sigh.. guarda…  non so come è successo… si è rottooo, che dici è il caso di comprare un nuovo cellulare?

caricabatteria

Minchia!?!

Sobbalzo dal divano…

Al massimo, usi quello di tua madre…

Papi lo sai, quello non è compatibile!

E quello di tuo fratello?

Bastardo!!! non me lo da.

Potresti darmi il tuo papi?

NO! Scordatelo.

Però…possiamo comprarlo! “Il caricabatteria”.

Si, perché lei era già quasi euforica pensando al nuova cellulare.

Anzi, sai che ti dico, dato che ora  mi è passato il sonno, provo a ripararlo!

Vado in garage e trovo un vecchio caricabatteria non funzionante (uno!… ne ho una scatola piena).

“Si, perché a casa mia non dura niente”

Pazientemente apro sia il caricabatteria recuperato per estrarre il pezzo da sostituire sia il caricabatteria da riparare. Per entrambi svito le due viti, e dato che sono anche incollati faccio leva con un coltellino  facendo molta attenzione.

caricabatteria (2)

caricabatteria (3)

Per chi si dovesse trovare nelle stesse condizioni e avesse fretta di caricare il suo cellulare e non ha altre fonti a disposizione può saldare direttamente un cordoncino di alimentazione 220V, direttamente sul circuito, basta inserire il cavetto USB e il carica batteria è pronto provvisoriamente. Bisogna, però, aver cura di coprire le saldature provvisorie della 220V con un po’ di nastro isolante per evitare scosse accidentali.

caricabatteria (4)

Torniamo alla riparazione

Recuperato il pezzo che mi serve per la riparazione, inizio il lavoro.

Per semplicità identifico il pezzo rotto A ed il pezzo recuperato B.

Eccoli qua, servendomi di un seghetto li taglio lungo i bordi  rossi

caricabatteria (5)

caricabatteria (6)

caricabatteria (7)

Livello i due pezzi A e B aiutandomi con un po’ di carta vetrata a grana fine.

caricabatteria (8)

Ottenuti i due pezzi, li sovrappongo incollandoli con alcune gocce di colla cianurica

caricabatteria (9)

Aiutandomi a tenerle ferme con due mollette

caricabatteria (10)

Pochi minuti di attesa e saldo due fili al circuito elettronico

caricabatteria (11)

caricabatteria (12)

caricabatteria (13)

Inserisco il coperchio

caricabatteria (14)

E metto alcune gocce di colla a distanza di un cm lungo il perimetro, com’era in origine.

caricabatteria (15)

Avvito le due viti

caricabatteria (16)

Finito.

Beh!  tutto sommato, ho perso due ore ma non ho speso niente.

caricabatteria (17)

…. Chiamo mia figlia, tutto soddisfatto…

Hai visto Il tuo papi?…  sono bravo?

Sii… bravo… grazie…  e mi da un bacetto… tutta sorridente a denti stretti….. come per dire: “cazzo, cosa devo fare per avere un cellulare nuovo?”

Mah… con faccia perplessa ritorno  sul divano,  mi siedo  e cerco di chiudere gli occhi un po’…

almeno uno, si perché…

“a casa mia non dura niente”.

Se questo articolo lo trovi interessante condividilo su facebook o altri social network, magari può essere utile ad altri lettori. Grazie.

Precedente Sostituire il cordino stendibiancheria da parete Successivo Il bidè perde acqua