Pulire un computer dalla polvere che si deposita all’interno

Pulire un computer dalla polvere

Quasi nessuno pensa mai alla semplice operazione di manutenzione del proprio computer  che consiste nella rimozione della polvere  che si deposita all’interno!

Eppure basta davvero poco per prevenire danni  molto seri.

Dentro il case del computer ci sono almeno due ventole per la circolazione d’aria, una per il raffreddamento della CPU ed una per l’alimentatore .

Queste aspirano e fanno circolare all’interno  tanta di quella polvere che nessuno riesce ad immaginare.

Non basta semplicemente  aspirare e pulire le griglie esterne –  che assolutamente vanno comunque fatte

ai fini di un’adeguata circolazione dell’aria garantendo, così,  il raffreddamento dei componenti interni – ma va pulito anche all’interno dalla polvere che vi si deposita.

Provare per credere!

Oggi smonto il mio pc per una bella pulizia

Prima di tutto, stacco tutti i cavi, cavetti e connettori;  per un inesperto,  consiglio di annotare questi passaggi o fare una foto.

Apro il case e lo  tocco per bene  con le mani nude per scaricare preventivamente cariche elettrostatiche che potrebbero danneggiare la scheda madre.

Faccio una prima aspirata generale all’interno utilizzando un beccuccio con spazzola morbida per non causare danni e comunque non appoggio la spazzola sui componenti ma mi limito a sfiorarli. Mi soffermo molto anche sull’alimentatore, su cui sarebbe opportuno eseguire una soffiatina con una bomboletta d’aria o con un compressorino.

Individuo la ventola sulla scheda madre che raffredda la CPU  e, nel mio caso, con l’aiuto di  un cacciavite delicatamente la sgancio.

Alcune ventole invece sono fissate da quattro viti da estrarre sempre con delicatezza ed attenzione

Una volta tolta la ventola, sorpresa!!!

Lo immaginavate?

Ancora qualche mese di funzionamento e la CPU si sarebbe potuta bruciare per surriscaldamento o causare il danneggiamento di altri componenti per l’elevata temperatura.

Come ben notate tutte le alette di raffreddamento del dissipatore sono completamente ostruite.

Sul dissipatore di alluminio si puo’ appoggiare delicatamente il beccuccio dell’aspirapolvere e dopo una prima aspirata mi aiuto anche con un pennello.

Ho staccato anche il cavetto della ventola per pulirla ed aspirarla

Non ho assolutamente utilizzato liquidi o spray.

In realtà non è una operazione complicata, se effettuata con la dovuta accortezza.

Andrebbe programmata annualmente, come per le classiche pulizie di primavera!.. prima delle temperature estive.

Allora!… sono riuscito a stimolarvi nel convincervi ad aggiungere questo lavoretto nella vostra agenda?

Altrimenti…  posso farvi vedere altri  computer che ho pulito di recente…

Dedicando  circa  30  minuti a questa operazione il vostro computer vi ringrazierà… e voi non dovrete spendere altri soldi!…

E dulcis in fundo potete far vedere una panoramica istruttiva ai vostri figli su come è fatto un computer al suo interno… con un sottofondo di ammirazione di vostra moglie naturalmente …

Tre piccioni con una fava… o erano due?

Se ritieni che questo articolo sia interessante, condividilo su facebook o altri social network.

Magari può essere utile ad altri lettori, grazie.

Precedente Come rinnovare una cappa Successivo Pulizia della caldaia
  • gilbert

    Greetings! Very helpful advice within this post!
    It is the little changes that make the greatest changes.
    Many thanks for sharing!

    • ripariamotutto

      thanks!

  • Rickey

    I’ve been surfing online more than 4 hours today, yet I never found any interesting article like yours. It’s pretty worth
    enough for me. In my opinion, if all web owners and bloggers made good content as
    you did, the web will be much more
    useful than ever before.

    • ripariamotutto

      thanks!